Rialzo del seno mascellare (Sinus Lift)

Cos’e il Rialzo del seno mascellare?

s1Per capire cos’e il rialzo del seno mascellare, dobbiamo sapere cos’e il seno mascellare. Seni mascellari sono delle cavita ossee del cranio, pieni d’aria. Queste zone sembrano essere palloncini e di solito si trovano nella parte alta delle radici dei molari e premolari superiori.

Purtroppo quando perdiamo un dente, l’osso che una volta lo sosteneva si atrofizza e perde di volume.

Non e possibile inserire gli impianti se non c’e abbastanza volume osseo che possa reggere l’impianto. Per aumentare il volume dell’osso nella mascella si effettua un trattamento di rialzo del seno mascellare, l’osso si integra e aumenta di volume sopra la mascella superiore.

 

 

Il Rialzo del seno mascellare (Sinus Lift) e un intervento chirurgico che ci permette di aumentare la massa ossea dei molari e premolari della mascella superiore con osso artificiale, sintetico o naturale. Il Sinus Lift lo si fa solo nel caso quando c’e la necessita di inserire gli impianti, che riguarda esclusivamente alla mascella superiore

  Il rialzo del seno mascellare (sinus lift) e un intervento che viene eseguito in anestesia locale, senza recare nessun dolore. Nel nostro studio l’incidenza di successo di questa operazione e del 97% (come per l’inserimento degli impianti) e gli impianti inseriti nell’osso appena formato hanno la stessa longevita di quelli dell’osso sano gia esistente. 

s2
  I materiali che si inseriscono nel seno per generare il nuovo osso possono essere sintetici oppure esiste la possibilita di inserire il proprio osso (l’osso allogenico) che viene prelevato dalla mascella inferiore, tritato e versato nell’area mancante (sinus).


   Nella maggior parte dei casi non e necessario utilizzare il proprio osso, ed in quei casi in cui ci sono almeno 2 mm di osso, durante il trattamento si possono gia inserire gli impianti il che riduce notevolmente i tempi per l’ottenimento di nuovi denti forti. Se questa operazione vi sembra complicata, vi possiamo assicurare che non lo e. L’intervento comincia con l’apertura delle gengive all’estremita del seno nasale. Poi lo si apre. Il trattamento consiste nel sollevare la membrana del seno per poter inserire i granuli d’osso artificiale. Dopo l’inserimento dei granuli, l’apertura viene suturata.

Le tecniche per eseguire il rialzo del seno mascellare:

  • Sinus lift interno (mini rialzo del seno mascellare) -
  • Sinus lift esterno (grande rialzo del seno mascellare) -
  •   Il Mini rialzo del seno mascellare (Approccio Interno)  :e un intervento chirurgico che consiste nel migliorare lo spessore osseo fino ad arrivare al pavimento del seno mascellare che viene fratturato accuratamente, senza rompere la membrana ed attraverso il foro ricavato viene inserito l’osso artificiale. Questa procedura si fa quando il seno mascellare non e molto basso e bisogna rialzarlo di soli 1-3 mm. Il rialzo del pavimento del seno mascellare per via crestale (una seconda denominazione della tecnica) viene spesso utilizzato nei casi in cui sia l’aumento osseo, che l’inserimento dell’impianto dentale, vengono eseguiti durante la stessa seduta.

Tra i vantaggi del mini rialzo del seno mascellare va menzionato il fatto che l’intervento chirurgico e meno traumatico per i pazienti ed i i rischi di complicanze vascolari nonchĂ© il periodo preprotesico sono piĹŻ ridotti. Lo svantaggio di questa procedura e che il dentista lavora senza avere una visibilita diretta aumentando cosÄ› il rischio di rottura della membrana sinusale. Per ridurre questo rischio, il chirurgo che realizza questo tipo di intervento deve vantare di molta esperienza nell’eseguire la suddetta procedura ed utilizzare un kit di strumenti specializzati.

s3s

  Il Grande rialzo del seno mascellare viene fatto di solito quando il riassorbimento osseo e molto grande ed il pavimento del seno mascellare e molto basso. Viene tagliata una finestra ossea dall’interno del cavo orale attraverso cui si introduce l’innesto di osso. La finestra viene chiusa con una membrana riassorbibile, e si sutura il lembo. L’inserimento degli impianti contemporaneamente all’intervento di grande rialzo di seno mascellare, viene eseguito nei casi in cui la cresta residua possiede la qualita necessaria e lo spessore sufficiente per la stabilita iniziale degli impianti (almeno 4-5mm). Nei casi in cui non si verificassero le condizioni di  cui sopra gli impianti dentali vengono inseriri dai 6 agli 8 mesi dopo l’intervento.

s4

  I vantaggi della tecnica del grande rialzo del seno mascellare sono: la creazione di una base piĹŻ solida per il posizionamento degli impianti e la riduzione al minimo del rischio di rottura della membrana. Tra gli svantaggi dell’intervento vanno menzionati: il trattamento piĹŻ invasivo e piĹŻ lungo nonchĂ© l’aumento del rischio delle complicazioni vascolari.

 

  Controindicazioni all’intervento di rialzo del seno mascellare:

Fra le controindicazioni generali ai trattamenti chirurgici rientrano:  scompenso cardiovascolare, insufficienza respiratoria, diabete scompensato; esistono delle controindicazioni specifiche all’intervento di rialzo del seno mascellare tra cui:

 

  • emofilia (malattia ereditaria recessiva umana comportante una grave insufficienza nella coagulazione del sangue);
  • neoplasie/ tumore;
  • sinusiti acute;
  • cisti o granulome dentali;
  • la presenza di corpi estranei all’interno del seno;

  Consigli in seguito al rialzo del seno mascellare

  • Dopo l’intervento, allo scopo di poter prevenire le eventuali infezioni e opportuno prendere antibiotici per 10 giorni e assumere antidolorifici per combattere il dolore. Non aspettare che il dolore diventi intenso, perchĂ© altrimenti l’effetto desiderato puo essere insufficiente.
  • A volte, dopo 2 – 3 giorni dal rialzo del seno mascellare, l’area sottoposta ad intervento tende a gonfiarsi e l’infiammazione puo durare fino a 7 giorni. In questo caso e raccomandabile mettere un impacco di ghiaccio sulla guancia per ridurre il gonfiore (10 min. ogni 2 ore).
  • Se compaiono delle ecchimosi sulla pelle, o un leggero sanguinamento, questi eventi non sono constanti e dunque non sono preoccupanti. E consigliabile non sputare perchĂ© questo puo causare un’emorragia piĹŻ forte.
  • Non si deve soffiare forte il naso per non stimolare l’innesto osseo per le prime 2-3 settimane.
  • E consigliabile sciacquare la bocca con il collutorio a base di chlorhexidina e non si deve pulire con lo spazzolino il luogo sottoposto ad intervento. Solo dopo che sara guarita la ferita e permesso utilizzarlo.
  • Si devono evitare gli sforzi per 10 – 15 giorni.
  • Il giorno dell’intervento si devono evitare i cibi duri, i liquidi freddi o troppo caldi, le bevande alcoliche.
  • Il paziente non deve fumare per 1 settimana.
Italian
French
logo-studio-jeshile

All rights reserved 2014. Studio Dentale Vrioni

left_background_film
a_Rectangle